Sei un Dentista?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Cerca il Dentista
Dr. Cappelletti - Dr. Borracci

Dr. Cappelletti - Dr. Borracci

Via Silvio Pellico, 11 - SOLBIATE ARNO (Varese)

Tel: 0331 995810 

via Salvo D'Acquisto, 3 - 21100 VARESE (Varese)

Tel: 0332 240245 - 0332 231516 

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Maurizio Cirulli

Dr. Maurizio Cirulli

Via Carlo Jussi, 8 - 40068 SAN LAZZARO DI SAVENA (Bologna)

Tel: 051 6271181 

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Prof. Lorenzo Favero

Prof. Lorenzo Favero

Riceve su appuntamento - PONZANO VENETO (Treviso)

Tel: Numero Verde 800.912.313 

Riceve su appuntamento - SPRESIANO (Treviso)

Tel: Numero Verde 800.912.313 

Riceve su appuntamento - PAESE (Treviso)

Tel: Numero Verde 800.912.313 

Riceve su appuntamento - SAN BIAGIO DI CALLALTA (Treviso)

Tel: Numero Verde 800.912.313 

Riceve su appuntamento - MONTEBELLUNA (Treviso)

Tel: Numero Verde 800.912.313 

Riceve su appuntamento - PREGANZIOL (Treviso)

Tel: Numero Verde 800.912.313 

Riceve su appuntamento - CASTELFRANCO VENETO (Treviso)

Tel: Numero Verde 800.912.313 

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Trattamento odontoiatrico che scaccia la paura del dentista

L’odontofobia è una paura che accomuna molte persone, le quali si presentano dal dentista in preda a forti stati di ansia ed agitazione con palpitazioni e con il terrore di sedersi sulla tanto odiata poltrona. Anche per il dentista avere a che fare con un paziente odontofobico non è semplice; si tratta, infatti, di persone che, a causa della loro paura ed agitazione, non riusciranno a collaborare con l’odontoiatra né ad aiutarlo nel suo lavoro. In questo modo i tempi di esecuzione di qualsiasi tipo di intervento tenderanno ad allungarsi notevolmente. Oltre a ciò, va aggiunto il fatto che a nessun dentista piace vedere i propri pazienti soffrire!

Per fortuna la soluzione a questo problema c’è e prende il nome di sedazione cosciente, o analgesia sedativa; una tecnica che, utilizzando una miscela di ossigeno e protossido di azoto, induce nel paziente un senso di benessere e rilassamento. Dopo pochi minuti dall’inalazione di tale miscela, le paure iniziano a svanire, l’ansia viene annullata, si viene pervasi da un senso di benessere e il paziente è tranquillo e pronto a collaborare con il dentista. Durante tutta la durata del trattamento il paziente rimane peraltro cosciente. Questo tipo di sedazione, non portando alla perdita dei riflessi protettivi, permette di rispondere attivamente agli stimoli fisici e verbali nonché di mantenere la pervietà delle vie aeree.

La miscela di sedazione viene inalata attraverso un’apposita mascherina e viene preparata da una sofisticata apparecchiatura che miscela l’ossigeno con il protossido di azoto a concentrazioni che possono variare tra il 30 e il 60%; il rapporto tra questi due gas verrà scelto dal dentista in base a diversi fattori, quali: età e corporatura del paziente, durata dell’intervento ecc. Una volta terminata la seduta odontoiatrica, si somministra per qualche minuto ossigeno puro fino a che non svanisce l’effetto del protossido di azoto; a questo punto il paziente è perfettamente in grado di tornare a casa in condizioni fisiche e psichiche ottimali e senza nessun tipo di effetto secondario.

Il protossido d’azoto non presenta alcun tipo di tossicità, non provoca allergie né irritazioni, inoltre ha il vantaggio di non essere metabolizzato a livello sistemico (non passa quindi per fegato, reni ecc.) e di essere eliminato solo a livello respiratorio. La sedazione cosciente può essere utilizzata nella maggior parte degli interventi odontoiatrici (pulizia, protesi, estrazioni, implantologia, chirurgia parodontale ecc.). Inoltre, visti i suoi innumerevoli vantaggi, questa metodica può essere utilizzata anche sui pazienti in età pediatrica, dai 6-7 anni in poi, evitando così traumi e forti dolori; utilizzando sempre la sedazione cosciente i bambini cresceranno senza la paura del dentista e quindi non diventeranno degli adulti odontofobici.

Vi sono casi in cui l’analgesia sedativa non è però consigliabile, ad esempio in quei pazienti che non riescono a respirare volontariamente con il naso, nei primi tre mesi di gravidanza, nei soggetti tossicodipendenti o con infezioni polmonari acute o malattie mentali. A parte queste eccezioni tutti possono richiedere la sedazione cosciente per la cura dei loro denti.

Persone odontofobiche che, in preda all’ansia e alla paura, non si recavano dal dentista oggi grazie all’analgesia sedativa possono avere un sorriso sano e curato senza sentire alcun dolore e senza nessun tipo di ansia ed angoscia. Inoltre il dentista si trova a curare dei pazienti che sono sicuramente più calmi e collaborativi e con cui, quindi, può lavorare più serenamente e liberamente. Quindi si può certamente dire che l’analgesia sedativa ha portato ad un notevole miglioramento nel rapporto tra paziente e dentista.

Dimentichiamoci dei vecchi e dolorosi ricordi legati al dentista e affidiamoci a questa innovativa tecnica di sedazione. Grazie all’analgesia sedativa affrontiamo, finalmente, con la giusta tranquillità le visite e gli interventi odontoiatrici.

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK